Domande & Risposta BioNike

Pochi minuti fa mi è arrivata la risposta alla domanda di Patrizia che aveva fatto sul mio blog qualche giorno fa.

Domanda:

Eccomi qua, con la prima domanda che ho da fare alla casa, visto che sarai in contatto con loro, e che saprai sicuramente darmi un parere spassionato senza volermi vendere qualcosa.
Alcune loro creme, come la defence rosys, hanno fra gli ingredienti il famoso paraffinum liquidum (una cosa del genere). Ecco, leggo in giro pareri discordanti su quanto possa essere dannoso per la pelle (lo è per la natura, ma di solito io cerco qualcosa che prima tolleri me, poi la natura). Ci sai dare delucidazioni sull’utilizzo, le percentuali e la dannosità? Conosci i miei problemi di pelle, e il calvario che ho passato.
Spero che comunque possa essere utile ad altre ragazze che si approcciano ai prodotti di parafarmacia; mi ci sono trovata bene e li apprezzo tanto, e vorrei che venisse fatto loro una giusta pubblicità perchè ci si renda conto che possono esistere alternative alla cosmesi normale.
Ciao

Risposta:

Gent.ma Patrizia,
in relazione alla sua richiesta di chiarimenti ci permettiamo di segnalarle che la nocività delle sostanze chimiche (tutte, siano esse naturali o sintetiche) è spesso conseguenza di informazioni poco precise e scientificamente non provate.
Esiste una legge in materia di cosmetici (per l’Italia è la Legge n. 713/86, recepimento di una direttiva CEE) che stabilisce con rigore quali sono gli ingredienti vietati, quali quelli da usare solo a certe percentuali e non oltre, e ancora quali ingredienti sono sicuri per l’impiego sulla pelle.
I derivati del petrolio come il PARAFFINUM LIQUIDUM o olio di vaselina, la vaselina, i glicoli, i siliconi (ciclometicone, dimeticone) sono  ingredienti molto diffusi in numerosi prodotti cosmetici e di tutti i tipi (detergenti, prodotti di trattamento, prodotti da trucco), non solo a marchio Bionike.
Non devono essere considerati ingredienti di serie B; quelli usati nei prodotti cosmetici hanno sempre un grado di purezza molto elevato (secondo farmacopea Europea) e inoltre non hanno  una “storia” di allergie, vale a dire che la letteratura scientifica internazionale non riporta, per tali sostanze, casi di intolleranza e tantomeno di allergia.
Solo per farle un esempio: a chi si sottopone ai patch-test per verificare un’allergia viene applicata la sostanza “sospetta” (es. parabeni, profumo, balsamo del Perù) sciolta in un veicolo inerte: la vaselina (INCI = PETROLATUM).  
La scelta prioritaria per le formulazioni BIONIKE è il rispetto della pelle anche se sensibile, pertanto riteniamo corretto selezionare ingredienti che forse possono risultare poco “simpatici” per chi è appassionato del naturale, ma che per la pelle sensibile non rappresentano rischi.
In merito alla potenzialità di danno alla natura da parte ad esempio dell’olio di vaselina, riteniamo sia correlabile alla sua dispersione nell’ambiente come un rifiuto, ma non certo al fatto di essere inserito in un prodotto cosmetico (tanto per fare altri esempi: non è vero che l’uso di protettivi solari inquina i mari; non è vero che il doccia-schiuma inquina più del detersivo della lavatrice….ecc).
Se avete altre domande potete segnalarle sotto questo post oppure scrivere direttamente sulla loro pagina facebook o sul loro sito.
Aggiornerò questo post se ci saranno altre Domande & Risposte.
Annunci
Pubblicato in: News

9 pensieri su “Domande & Risposta BioNike

  1. Alessandra ~ Miss Boom Baby ♥ ha detto:

    Apprezzo molto questa politica di trasparenza, molte aziende avrebbero cestinato la mail senza leggerla, tuttavia vorrei fare una considerazione: negli ultimi tempi ho constatato un allarmismo diffuso dato dalla cattiva informazione, precisando che non sono un’esperta nè mi ritengo abbastanza informata da poter confutare alcune affermazioni credo che sia necessario documentarsi prima di additare come “pericoloso” un ingrediente, il mio è un discorso generico non mi riferisco ai petrolati o al paraffinum liquidum in particolare. se alcuni ingredienti fossero realmente dannosi non pensate che sarebbero banditi? Da quanto ne so le leggi europee e italiane non sono molto morbide a riguado, per quello molti prodotti da noi non arrivano nemmeno. Cosa ne pensate?

    • Fidya ha detto:

      Io sono daccordo con te, allora, secondo me bisogna fare una distinzione importante. Se si è totalmente eco-bio alcuni prodotti ovviamente devono essere banditi, ma questo non significa che facciano male, è un pò come seguire un idea, sicuramente sana, ma che porta delle conseguenze nella scelta dei prodotti. Se invece non si segue questa idea, bisogna soltanto essere informate, almeno secondo me su quello che vogliono venderci. La chiarezza di BioNike piace molto anche a me.

  2. Beauty&Kabuki ha detto:

    Personalmente non acquisto cosmetici che contengono paraffina (petrolati in genere) e siliconi per scelta personale ma non costringo gli altri a fare le mie stesse scelte. Ognuno è libero di spendere i propri soldi come lo ritiene più opportuno.
    Il mio non è allarmismo, già da quasi due anni circa seguo questa linea frutto di una mia personale “filosofia” o stile di vita e soprattutto frutto di testing personale sulla mia pelle. Cosa più importante mi documento sempre su tutto ciò che faccio. Ci tenevo a specificarlo 🙂

    • Fidya ha detto:

      Io apprezzo molto la tua filosofia, come quella di tantissime altre ragazze, anch’io nel mio piccolo cerco di stare attenta a molte cose, come l’impatto ambientale, i test sugli animali e gli ingredienti. Sicuramente non comprerò mai un prodotto che ha come primo ingrediente la paraffina, ma mi rendo conto che se ho un problema di allergia o di pelle sensibile e l’unico prodotto che può aiutarmi ha la paraffina come 5/6 ingrediente certamente lo comprerò. Ora non so ancora dirvi nulla sui prodotti BioNike, perchè non ho provato ancora nulla, ma sarò il più sincera e obiettiva possibile. come sempre.

  3. pitasucci ha detto:

    grazie mille Rò per aver inoltrato la domanda, e mi fa piacere che abbia avuto un interesse anche per altre ragazze. Purtroppo per chi, come me, ha la pelle che, diciamo, è passata attraverso la tribolazione della chemio, deve prima di tutto pensare a cosa può essere utile a lei, e poi preoccuparsi di cosa effettivamente danneggia di più l’ambiente. sono sempre stata per il compromesso, e con buone informazioni tutte noi possiamo scegliere il miglior prodotto per noi e per l’ambiente in cui viviamo.

  4. Manuki ha detto:

    Anche io preferisco non utilizzarla, ma questo perchè da quando utilizzo prodotti naturali la mia pelle sta meglio. Tutta questione di esperienza personale.
    Ma questa cosa della paraffina la sostengo da sempre: Non è da demonizzare!
    Una volta, mio malgrado ho anche creato un flame involontario su makeupworld (mi pare) dove una ragazza in un video definiva la paraffina equivalente al petrolio e nociva.
    Mi son permessa di chiederle se si rendesse davvero conto di cosa dicesse e di ponderare meglio le sue parole e da lì è stato un degenerare….

  5. Alessandra ~ Miss Boom Baby ♥ ha detto:

    non vorrei esser stata fraintesa, ho utilizzato una parola forte come “allarmismo” volutamente per evidenziare il clima di ignoranza che dilaga sul web e che spinge a demonizzare ogni prodotto con un pallino rosso su Biodizionario. sia chiaro, stimo moltissimo lo staff del Biodizionario ma vorrei farvi notare che ci sono moltissimi ingredienti naturali che sono altrettanto “dannosi” per chi è allergico, non sono solamente i prodotti sintetici ad esserlo. ognuno deve fare le sue scelte in base alle sue necessità, alla sua coscienza e alle sue possibilità economiche, non tutte possiamo avere accesso a prodotti ecobio tanto facilmente e a non tutte interessa usare prodotti di questo tipo, quello che condanno è la cattiva informazione e lo scatenarsi di inutili polemiche. ad ogni modo sono felice che ci sia questo scambio di opinioni educato e costruttivo 🙂

    • Fidya ha detto:

      Ho usato prodotti totalmente verdi secondo il biodizionario che ti hann fatto venire sfoghi terribili…forse qualcuno si ricorderà gli sfoghi avuti con le creme liz earle…da quando mi è successo penso sempre due volte prima di comprare un prodotto naturale, vedo che non ci siano ingrediente comedogeni, che sono comunque naturali, o oli troppo pesanti per me.

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...