Jean Luis David e lo zucchero a velo…

La domenica è iniziata presto per me, avevo delle cosine da studiare per la tesi e dei problemini da risolvere, ma visto che ho trovato un pò di tempo ho deciso di parlarvi di un prodottino che mi è arrivato da un pò e che mi ha subito incuriosito.

taglio boule

Jean Luis David, che tutte noi conosciamo benissimo, ha presentato la sua nuova collezione autunno/inverno fatta di  acconciature elaborate e precise. Ritroviamo una nuova versione del classico e intramontabile taglio boule di Jean Louis David. La frangia è piena, larga e grafica, e la nuca indefinita per un taglio ad effetto. Un’acconciatura che ti permetterà di cambiare look quando e come vuoi.

Se preferisci il carré lungo, ritroverai la versione di Jean Louis David appena scalata che permetterà ai tuoi capelli di mantenere tutto il loro spessore e la loro massa dando loro movimento. Lo stesso vale per i capelli lunghi, leggermente scalati sulle lunghezze e sulle punte.

Per quanto riguarda le colorazioni, Jean Louis David svela la sua nuova tecnica esclusiva, Arctic Light, che ti permetterà di ottenere un biondo polare, freddo e luminoso al tempo stesso. Una tecnica che funziona su qualsiasi base, dalla più scura alla più chiara!

La nuova collezione prende il nome di City Lines perchè si ispira alle linee della città e alle giometrie degli anno ’60, proprio come la moda attuale e il Pied de Poule.

Passiamo a parlarvi di questo prodottino curioso, Texture Powder della linea Urban Style è una polverina bianca molto fine che va “spolverata” sui capelle dopo la piega, è serve per fissare il tutto e dare un finish opaco, ma naturale.

mmm… ecco, ragioniamo insieme:

Finish opaco? perchè mai? Esistono in commercio tanti shampoo che fanno l’esatto opposto, cioè danno un risultato luminoso, per ravvivare i riflessi. C’è qualcosa che non va, ho subito pensato. E visto che la mia carissima Zia era disponibile per farmi da cavia l’ho provata su di lei, dopo aver fatto lo shampoo l’ho cosparsa di cipria (o qual che sia)… sembrava stessi mettendo lo zucchero a velo sul pandoro. Poi ho modellato sia con le mani che con il pettine, i capelli sono subito fissati, effetto davvero istantaneo! Ma quando li toccavo mi dava l’impressione di avere tra le mani zucchero filato, avete presente la sensazione di appiccicaticcio? Ecco uguale!

L’effetto era opaco, ma non sgradevole, però poco naturale. Se volete avere però capelli più voluminosi o acconciature strong che durino a lungo è utilissimo, ma non per fissare una stiratura, lo consiglio principalmente a chi vuole fissare una pettinatura tipo questa:

State pur certe che con questa polverina tutto rimarrà intatto pure se c’è la bora!

Utile anche per qualche shooting o per chi ha i capelli afro:

Ma poco utile per me e per mia Zia, che volevamo solo un fissaggio che andasse via con un colpo di spazzola, qui la spazzola di attacca ai capelli e non va più via, e l’unico modo per toglierla è fare lo shampoo!

Alla fine è tutta una questione di gusti, se cerchi qualcosa che fissi i capelli alla Mariella Lotti (anni ’40-’50) va benissimo, voluminosi e “nebulosi”, altrimenti meglio semi di lino o gel d’aloe, per una stiratura fissata.

Mariella Lotti

Annunci

9 pensieri su “Jean Luis David e lo zucchero a velo…

  1. neverwithoutmakeup ha detto:

    sai cosa ho pensato quando l’ho provato la prima volta?che lascia i capelli ‘azzeccosi’ XD
    Devo provare a cotonarli un pò e cospargermi,hai visto mai… 😛

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...