Analisi storica della donna e delle sue sopracciglia

Recentemente è stato pubblicato un mio articolo su un argomento che mi interessa moltissimo. Spesso si pensa che le sopracciglia ad “ala di gabbiano” siano adatte a tutte, ma è bene tenere in mente alcune regole importanti, perchè ogni viso può essere armonizzato anche in base alla forma di sopracciglia che scegliamo.

Vorrei implementare l’articolo, che vi consiglio comunque di leggere, con alcune foto di personaggi famosi che vi mostrano la teoria messa in pratica, ma anche alcune mode momentanee in campo di sopracciglia. Va detto che le sopracciglia hanno sempre avuto un grandissimo significato estetico e sociale, evidenziando il ruolo della donna che cambiava decennio dopo decennio. Partiamo dal 1910 in cui la donna era succube dell’uomo sia economicamente che fisicamente, predomina una visione di donna dedita alla casa e che non curava la sua muscolatura, visione triste oserei dire, che continua anche negli anni ’20.

Ellen Richter (1893 - 1963) - foto del 1910

Ellen Richter (1893 – 1963) – foto del 1910

L’attrice australiana Ellen Richter ci mostra benissimo in questa sua foto che le sopracciglia erano molto arrotondate e con un forte allungamento verso il basso, che rendeva lo sguardo cupo, nonostante il sorriso dell’attrice.

Negli anni ’20 le cose non cambiano di molto, impazzano i film muti e i contrasti tra bianco e nero sono indispensabili per far risaltare il valore di un attrice. Nascono i primi smokey eyes, ma sono molto diversi da quelli attuali e ancora persiste una forma tonda, senza angoli che rende il viso tondo e cupo:

Clara Bow

Ad accompagnare la forma delle sopracciglia, Clara Bow, ha casualmente gli occhi ascendenti, forse per questo è una delle attrici più famose di questo decennio? Ovviamente è una provocazione.

Gli anni ’30 segnano una vera e propria rivoluzione, siamo in pieno dopo guerra e la donna non aspira solo alla cura della famiglia ma

The Weaker Sex: The young man imagines himself the latest victim of some fair entomologist

vuole qualcosa di più, nascono i primi movimenti femministi, ancora acerbi, ma carichi di furore. La donna di questi anni ha scelto sopracciglia più spesse nella prima parte che intensificassero lo sguardo e dessero decisione alle parole della donna. Un esempio possiamo trovarlo in questa foto di Jane Wyman. Ancora non ci sono angolo estremi, ma c’è sicuramente una cura armonica migliore. In particolare quest’attrice negli anni ha inspessito ancora di più le sue sopracciglia.

Jane Wyman, nome d’arte di Sarah Jane Mayfield

Passiamo agli anni ’40,  forse è il periodo che preferisco, perchè sembra esplodere la bellezza femminile, quella senza troppo pretese, ma con una raffinatezza innata, bellezza che rivedo nel volto di Gene Tierney.

Il trucco è naturale, le sopracciglia tornano ad avere il loro giusto volume, incorniciano l’occhio in un disegno arrotondato ad ‘ala di rondine’.  Nasce l’utilizzo delle ciglia finte nel trucco delle grandi attrici hollywoodiane: lunghi peli di visone venivano incollati all’estremità della palpebra creando un effetto del tutto naturale ed invisibile agli occhi dello spettatore.

Gene Tierney

Eccoci arrivati ai favolosi fifties, gli anni ’50 sono ricchi di colori, pois e ironia, e le sopraccigia sono più folte, ma sempre curare, arcuate e armoniche, sono gli anni delle pin-up e ovviamente di Marilyn, ma io voglio mostrarvi un altra stupenda attrice:

Elizabeth Taylor

Arriviamo al boom del femminismo, in cui le donne stanno prendendo il potere paritario tanto agognato e al cinema girano le pellicole di Audrey Hepburn e gli occhi grigi di  Twiggy. Gli anni ’60 sono pieni di femminilità bon-ton e di musica hippy, due visione diverse ma conciliabili in questo periodo. Le sopracciglia sono perfette ad ali di gabbiano, folte e non troppo allungate.

Twiggy mentre si trucco

Audrey Hepburn

Gli anni ’70 e ’80 possono essere conciliati perchè la forma è simile e la donna anche, nonostante i colori fluo degli anni ’80 e le continue mode passeggere le sopraccieglia sono sottili, ancora una volta, ma con una bellissima forma, in questo periodo non solo le attrici famose curano il proprio aspetto, ma anche coloro che fino a pochi anni prima non si guardavano neppure allo specchio, sono anni di riscoperte, caduta dei tatù e consapevolezza della femminilità. Un caso a parte è quello di Madonna negli anni ’80, che aveva le sopracciglia foltissime, ma lei, come sempre non ha regole, bensì le detta!

Wonder Woman 1970 interpretata da Lynda Carter

Madonna 1980s

Ma arriviamo a noi gli anni ’90 non hanno subito grandi trasformazioni, questo decennio è il periodo del “recupero” si vuole infatti cercare ispirazione nel passato, perchè ormai tutto è già stato fatto, o quasi, ora tutto si puà modificare con la chilurgia, tutto si può tatuare e trasformare!

Sopracciglia gioiello di Chanel alla sfilata autunno/inverno 2012/13

Vi lascio anche un articolo di MaryMakeUp che ha trattato lo stesso argomento, ma mesi fa!

Ed ora a voi la parola: che decennio preferite e perchè?

Annunci

10 pensieri su “Analisi storica della donna e delle sue sopracciglia

  1. Eclisse83_Papina ha detto:

    a me piacciono sottili, ben disegnate e definite!! se fatte bene tatuale mi fanno morire!!! ma è un mio gusto personalissimo!!! dalle foto che hai messo tu io voto gli anni 40!!! stupende!!

  2. Mammu ha detto:

    Questo post è bellissimo ^__^ Sceglierei gli anni 40′ , 50′ e 60′, non vado matta per fashion e i look degli anni 70′ e 80′. Degli anni 40 mi piace il glamour, degli 50′ il rock’n’roll e degli 60 i colori e minigonne 🙂 Le sopracciglia mi piacciono quando non sono troppo, ne troppo spessi o sottili e neanche troppo scuri.

  3. Stella ha detto:

    Le mie sopracciglia corrispondono allo stile anni ’60…fino all’età della scuola media-primo anno del liceo avevo due cespugli enormi…ora invece dopo anni di osservazione di tecniche sia dall’estetista dove ho lavorato sia da video vari ho raggiunto una forma a mio avviso armoniosa e che sta bene sulle forme del mio viso!! Non mi piacciono quelle che ho visto nelle ultime sfilate…a momenti sfiorano lo stile “monociglio” no, no preferisco le mie di adesso 😛

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...