Denim: il modello giusto per te!

Le vacanze sono finite per il 90% delle persone che vedo in giro, le mie inizieranno fortunatamente il 9 ottobre, ho prenotato proprio ieri una Crociera MSC Armonia, la nostra prima crociera… se avete consigli e suggerimenti sarò felicissima di leggerli.
it_IT_20150824_denim_special_slide1

Oggi voglio parlarvi di un tessuto che sarà molto in voga in questo autunno inverno e che è sempre stato un must dagli anni ’80 in poi, ovvero il denim.

Vediamo quali sono i vari tagli in commercio e soprattutto come si adattano alle nostre curve, cosi da scegliere il jeans più adatto a noi.

  • Modello Skinny: questo nome deriva da “Skin”, che in inglese significa pelle e vuole indicare un modello molto aderente ed elasticizzato, che segue il corpo come fosse una seconda pelle dalla cintura alla caviglia.
  • Modello Slim: indica un jeans dalla forma affusolata, tendenzialmente aderente ma non quanto lo skinny.
  • Modello Straight o “a sigaretta”: è un jeans dal taglio diritto, che una volta era definito maschile, solitamente non è elasticizzato ed è caratterizzato dal fatto che non sia aderente.
  • Modello Boot Cut: come suggerisce il nome, ha un taglio per stivale, è leggermente più largo nella parte inferiore e consente quindi di poter  indossare comodamente stivali e stivaletti sotto al pantalone.
  • Modello Flare, detto a “zampa d’elefante” o “a campana”: sono jeans leggermente fascianti nella parte superiore della gamba fino al ginocchio, dal quale cambiano forma allargandosi fino alla fine della gamba. Era un modello molto usato negli anni ’70 dagli hippie, preferibilmente con vita ribassata.
  • Modello Bell Bottom: è la massima forma dei Flares, ovvero i jeans a zampa d’elefante larghissima, che coprono completamente la scarpa.
  • Wide leg: è un jeans con taglio a palazzo, largo su tutta la gamba, parte dalla vita e si allarga leggermente fino a coprire la scarpa.

  • Modello Short: jeans corto, il cosiddetto “pantaloncino di jeans” che copre al massimo metà coscia nella sua massima lunghezza.
  • Modello Bermuda: jeans lungo fin sopra al ginocchio, è una variante un pò più lunga dello short.
  • Modello Baggy: è il modello dal cavallo basso, tendenzialmente largo nella parte superiore, mentre sul polpaccio può avere un taglio aderente nei modelli più femminili o largo in quelli maschili.
  • Modello Low waisted: ovvero a vita molto bassa, è quel modello che spesso lascia la biancheria in vista, per intenderci.
  • Modello 3/4, pinocchietto o pescatora: sono in realtà lo stesso modello, che possono differire a seconda della casa produttrice, di pochi cm di lunghezza. Hanno un taglio che può essere aderente o comodo e la lunghezza è appunto fino a 3/4 della gamba, arrivano quindi fino a metà polpaccio circa.
  • Modello Capri o 7/8: lascia scoperta la caviglia e solitamente ha un piccolo spacco ai lati delle gambe, il taglio è aderente ma comodo.
  • Modello alla Zuava: è un modello a sbuffo, quindi più ampio nella parte superiore, che termina sotto al ginocchio.

Qual’è il modello di jeans più adatto a te?

Annunci

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...