L’azienda dalle mille polemiche…

Buongiorno,

Oggi voglio parlarvi di un azienda che rivendo e che, come sapete, fino a qualche mese fa ho sempre apprezzato. La Nabla Cosmetics, un azienda nata da qualche anno, tutta italiana e con una filosofia che mi piaceva, ovvero il rispetto per il cliente, la ricerca di buone materie prime e soprattutto la creazione di prodotti il più possibilmente professionali, da un certo verso paragonabili a quelli di MAC o MUFE, ma con un unica differenza la giovinezza/inesperienza.

Sapete che io valuto molto attentamente ogni mio prodotto da rivendita, e la Nabla non mi ha mai delusa a livello di prodotti, tranne che per alcune pecche produttive, ovvero i rossetti che molto spesso di “spezzano” dal proprio contenitore, sciogliendosi, oppure le matite sopracciglia che si sgretolano al 80% delle mie clienti, non mi pesa dirlo, perchè io sono sempre stata una persona onesta a livello professionale e mi aspetto la stessa onestà dalle mie aziende.

Chi mi segue su instagram sa che qualche settimana fa ho fatto una live in cui spiegavo i miei problemi avuti con le nuove direttive aziendali di Nabla, che non posso spiegare pubblicamente, ma posso sicuramente dirvi che mi sento “maltrattata” nel mio ruolo di rivenditrice Nabla, e come me molti altri rivenditori che hanno addirittura deciso di “abbandonare” Nabla, e a loro va tutto il mio apprezzamento… Un addio che condivido, anche se le loro motivazioni “apparentemente” sono quelle della poca naturalezza delle materie prime. Molte bioprofumerie che rivendono Nabla si lamentano del fatto che molti loro prodotti non hanno un buon inci, ma a favore dell’azienda devo dire che Nabla non ha mai professato di essere bio, ma performante e professionale, avendo solo un occhio di riguardo per le materie prime naturali ed ecologiche. Probabilmente si è voluto celare il vero addio dei rivenditori da Nabla…ma è solo una mia ipotesi.

Il rispetto per me è molto importante, molto di più dell’inci, molto di più degli sconti e molto di più del guadagno. Noi rivenditori abbiamo finanziato economicamente l’azienda con i nostri ordini consistenti e ogni giorno cerchiamo di presentare al meglio i loro prodotti. Sebbene loro siano cresciuti molto dal punto di vista di prodotti, non hanno fatto altrettanto dal punto di vista aziendale e societario almeno per quello che riguarda i rivenditori fisici. Imporre regole ferree negli ordini non è ciò che noi rivenditori ci aspettiamo e soprattutto non aiutarci nei pagamenti, ma ripeto, queste sono cose che non mi va di raccontare in pubblico.

Ho  visto la polemica nata sull’uscita delle nuove tinte, sui mancati sconti di lancio e sulla quantità di 3ml, capisco l’azienda per i due anni di sforzi, ma non capisco le risposte poco carine date alle clienti/blogger che le hanno recensite. Tutti abbiamo una propria personalissima opinione e anche quelle negative servono a far crescere l’azienda ed i prodotti.

Inviare prodotti a tutti (tranne che ai rivenditori che devono pagare anche i tester) non è sempre una buona politica, è da mettere in conto che il tuo prodotto non può piacere a tutti, sarebbe meglio curarsi di chi ha sempre creduto in voi, come noi rivenditori e inviare prodotti NON per ricevere solo opinioni positive, ma per opinioni REALI che possano migliorare il prodotto.

L’azienda parla di grandi spese fatte per creare i Dreamy matte liquid lipstick (DMLL) ma non valuta la spesa fatta per tutte le box inviate alle blogger e vlogger, e come diceva Totò : “Io pago!”

Già nella realtà Italiana noi commercianti siamo schiacciati da milioni di tassazioni, se anche le aziende non ci aiutano allora meglio lasciar perdere.

Io non rivendo solo Nabla, ma molte altre aziende e con loro ho un rapporto molto diverso di aiuto reciproco e collaborazione. Forse Nabla dovrebbe fare qualche passo indietro e ritrovare quella onestà e collaboratività che aveva all’inizio. Spero vivamente che l’azienda migliori i rapporti con i rivenditori, altrimenti sarò costretta a lasciarla.

So che voi lettrici non conoscete le questioni di cui sto parlando, ma certamente conoscerete la polemica nata sui DMLL di Nabla, cosa ne pensate?

Annunci

10 pensieri su “L’azienda dalle mille polemiche…

  1. The Fashion Cat ha detto:

    Ho letto su fb che Nabla impone di ordinare tutto l’ assortimento in blocco, ma non so se è la problematica a cui ti riferisci! Ovviamente ho seguito la polemica (che un po’ c’era già stata x i rossetti, come giustamente ricordavi) ma mi ha interessato ben poco devo dire. Aspetto di avere più recensioni sottomano per decidermi all’acquisto.

    • Fidya ha detto:

      Non mi riferisco solo a questo, ma anche al nuovo espositore creato, che non ci obbligano a comprare, ma in alternativa ci impongono di fare foto alla nostra esposizione e la criticano, imponendoci di mettere prodotti da vendita alla mercè del cliente, non valutando i possibili furti, ti dico solo che io sto mettendo delle telecamere per evitarli, ma non è solo una questione di estetica, ma di vero e proprio rispetto verso il rivenditore, sopratutto in termini economici, non permettono resi, non agevolano i pagamenti…ecc ecc… Credono veramente che noi “piccoli” commercianti abbiamo 2 o 3 mila euro da dare “anticipariamente” a Nabla? senza avere nessun servizio o garanzia? Sono delusa, davvero tanto.

    • Fidya ha detto:

      Sembra quasi ci vogliano eliminare con un tranello e vogliano puntare ad altre catene. Ma che lo dicessero, perchè io ho qui tanti prodotti Nabla e vorrei restituirglieli! Soldi fermi nei cassetti …

  2. Stefania ha detto:

    io non ho mai trovato giusto, da parte di tutte le aziende cosmetiche e non, inviare i prodotti a chiunque e a casaccio senza un filo logico. Se poi un rivenditore si deve pagare anche i tester, bhe, lo trovo ancora meno normale

  3. francimakeup ha detto:

    Io ero al corrente solo della polemica sulla validità dei prodotti. Mi dispiace molto invece per il loro comportamento nei confronti di voi rivenditori, credo dovrebbero avere maggior rispetto e da azienda italiana cercare di venire incontro alle vostre esigenze, insomma non vi stanno facendo un favore, voi pagate! Mi sembra assurdo che dobbiate pagare i tester dopo tutti gli invii che hanno fatto a destra e a manca.

  4. ilosinwanderlust ha detto:

    Da acquirente ti ringrazio davvero per questo articolo. le tue parole mi fanno un po’ rivalutare il brand. Capisco gli sforzi per creare nuovi prodotti ed emergere, ma non tollero la poca disponibilità verso chi rivende i loro prodotti.. Voglio dire, le promo del loro sito sono davvero misere, se non ci foste voi chi acquisterebbe?! Insomma, poco rispetto per i riveditori, ma anche per noi acquirenti, specialmente per chi non vuole acquistare in blocco ( e mi riferisco all’assenza di promo sulle singole tinte.. per carità un ipotetico 10% di sconto non mi fa diventare ricca, ma addirittura vietare ad alcuni shop online di applicarlo tramite coupon mi sembra davvero una poracciata)

  5. marymakeup ha detto:

    Ho un solo prodotto Nabla ed è un rossetto che ho comprato diverso tempo fa. C’è una profumeria che si trova vicino casa mia e quindi ho “accesso” a tutti i prodotti Nabla…ci credi se ti dico che ho sempre pensato che Nabla non fosse assolutamente niente di così eccezionale? Oltre a quel rossetto non ho mai trovato niente di così interessante da comprare. E’ una linea di prodotti che è stata spinta benissimo (almeno all’inizio)…ma in questi mesi ne ho sentite davvero tante su Nabla che non hai idea o forse sì :/

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...