Modelli di Face-Chart, il biglietto da visita della professionalità!

Una professionista del make up  prima di mettere le mani a pennelli e colori ha bisogno di un progetto, come qualsiasi geometra.

Quando mi chiamano per una sfilata, un evento o un matrimonio, io parto sempre con la base, che consiste in una bella chiacchierata con i commettenti o clienti. Chi trucca davvero sa bene che non deve solo saperlo fare, ma deve anche saper costruire un progetto, una linea guida sulla quale basarsi. Spesso questa prima fase è tralasciata, ma è una grandissima pecca di professionalità. Un progetto aiuta principalmente noi, lavoratori del settore, per ricordarci passi importanti e i prodotti specifici, ma anche per trovare abbinamenti, creare “un immaginario” di donna e ispirarci.

Un fotografo professionista ci dirà cosa vuole esprimere con la sua foto e non con il make up dovremo modellare e realizzare il suo fine ultimo. In altre parole INTERPRETARE un Desiderio.

Io creo spesso face chart, sia per video che per sfilate, e ultimamente mi sto dedicando alla creazione di modelli per un evento creativo che terrò il 25 Novembre, domenica. (Qui per tutte le info). L’ evento richiede di creare un make up ispirandosi a varie collezioni di gioielli. La mia face-chart base è questa (personalizzata):

Ovviamente la scelta del modello è personale, io ho solo pensato che visto che si trattava di gioielli anche la mano e l’orecchio avrebbero avuto una notevole importanza.

Ci sono però modelli molto più famosi di questo, vi lascio qui alcuni esempi:

Ne esistono moltissime altre, reperibili facilemte su google, io vi consiglio di scegliere quella più adatta a voi e all’evento da svoltere.

Spero di esservi stata utile.

 

Annunci

12 pensieri su “Modelli di Face-Chart, il biglietto da visita della professionalità!

    • Fidya ha detto:

      Grazie tesoro, è poco che lavoro in questo mondo, ma ho già capito le cose importanti, ma come sempre non si smette mai di imparare…

  1. marymakeup ha detto:

    io uso quelle di mac principalmente…ma prima di fare una face chart ho l’abitudine di creare il trucco su di me, solo dopo (se necessario) “creo” la face chart, più che altro per elencare i prodotti da usare. La considero indispensabile per il trucco sposa e per le sfilate, mentre non è mia abitudine creare una face chart per i servizi fotografici perchè davvero la trovo inutile in questo specifico caso, salvo per poche rarissime eccezioni…

    • Fidya ha detto:

      Si, anch’io creo il trucco su di me, ma di solito cambio alcuni prodotti per adattarli alle modelle e al loro tipo di pelle. Come mai le trovi inutili per i servizi fotografici? a me le richiedono di solito…

      • marymakeup ha detto:

        a me i fotografi lasciano libertà di creare in qualità di Make-up Artist non intervengono quasi mai in “materia” di make-up, quindi la face chart in quei casi è del tutto inutile, no?

      • marymakeup ha detto:

        e perchè scusa la domanda? Una make-up artist si occupa di make-up, una hair stylist di capelli e un fotografo di fotografia, ci si può consultare, ma sul set ognuno fa il suo lavoro. Poi se il lavoro è commissionato (pagato) e il cliente fa una richiesta specifica allora è un’altra storia. Fermo restando che anche per il lavori pagati nessuno mi ha mai richiesto face chart, nemmeno quando ho lavorato per Dewi Magazine con gli abiti di Gucci, Versace ecc., nè il fotografo, nè la fashion editor mi ha chiesto una face chart. Mi ha dato delle indicazioni di massima, ma niente più!

      • Fidya ha detto:

        Indicazioni son state date anche a me, ed io ho presentato vari progetti, per vedere se coincidevano con le idee le fotografo, sia di lavori pagati che meno.

      • Fidya ha detto:

        Non saprei, quando ho lavorato a Fiuggi per “Balla con Milly”, bisognava presentare i progetti, forse per gli shooting è diverso.

  2. MARZIA ha detto:

    ank’io creo prima un progetto anche se il lavoro dovrò farlo solo su me stessa! secondo me è molto utile per avere le idee chiare e per saxe sin da subito dove mettere le mani! all’inizio partivo in quarta e poi mi dovevo accontentare di quello che veniva fuori, ma da qndo ho iniziato ad usare le face charts vado molto più sicura, per non parlare del fatto che con quelle puoi creare un’idea e archiviarla per poi realizzarla nel momento giusto! 🙂 secondo me tutti, appassionati e non dovrebbero leggere qsto articolo! è importante avere un progetto! 🙂

    • Fidya ha detto:

      Concordo, anche se mi rendo conto che è un lavoro in più per chi vuole solo truccarsi bene, però per qualche evento sarebbe davvero funzionale. 🙂 Grazie Marzia

Lascia un Commento/Saluto se ti va ♡

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...